Non ci sono articoli nel tuo carrello

Mi Casa Arredamenti:

Trasporto GRATUITO in tutta Italia ! | Consegna in circa 7 giorni | Prezzi tutti IVA inclusa
RSS

I post taggati con "giornata mondiale del gatto"

Giornata Mondiale del Gatto
Giornata Mondiale del Gatto

La festa del gatto del 17 febbraio è una giornata speciale dedicata a tutti i gatti del mondo. La celebrazione di questa festa è stata introdotta da un'organizzazione italiana nel 1990, e da allora è stata adottata in molti paesi.

Ideata e lanciata da Claudia Angeletti nel 1990, fondatrice della rivista specializzata in gatti "TuttoGatto”, che decise di creare una giornata speciale per celebrare questi meravigliosi animali domestici.

La data del 17 febbraio è stata selezionata attraverso un sondaggio tra i lettori della rivista: La proposta vincente fu quella di Oriella del Col che propongo il mese di febbraio giustificandolo in modo più che convincente.

Infatti, il segno zodiacale che rappresenta febbraio è l'acquario.

Alcune delle caratteristiche principali di questo segno sono lo spirito libero e anticonformista (atteggiamento di rifiuto nei confronti dei comportamenti utilizzati dall'applicazione).

Sappiamo che, i gatti, amano essere liberi e non adorano le oppressioni.

 Il numero 17 è stato scelto invece, per combattere i falsi miti legati a questi dati.

Secondo vari sondaggi, una persona ogni sei, cambia strada oppure si ferma se ad attraversare è un gatto nero.

 

Ma come mai si associa il felino alla sfortuna?

L'origine di questo falso mito, risale al periodo del Medioevo.

In quell’epoca, il gatto era considerato il compagno diabolico delle streghe, vista la sua abitudine di uscire durante la notte e il suo colore era associato invece al lutto e all’inferno.

Mentre, l’origine della sfortuna portata dal gatto nero che attraversa la strada, risale all’epoca in cui si andava a cavallo.

Se il micio all’improvviso avesse attraversato la strada ad un cavallo, avrebbe potuto spaventarlo e fargli perdere il controllo creando pericolo al cavaliere.

Però in Francia ed in Inghilterra, i gatti neri sono considerati come dei portafortuna.

Al fine di combattere queste dicerie, l’associazione animalista ha realizzato il così detto Gatto Nero Day che viene festeggiato il 17 novembre.

E’ importante difendere la dignità e la vita del gatto nero, visto che a causa di questa sciocchezza, sono stati soppressi circa 60 mila gatti.

Gli egizi invece, da sempre, adorano i gatti, perché considerati come la reincarnazione del Dio del Sole e la manifestazione della Dea Bastet.

Bastet era la dea delle donne, dei gatti, della femminilità e della fertilità.

 

 (Immagine presa da Internet)

 

 

All’epoca, se si fossero scatenati incendi, le persone avrebbero circondato i gatti per difenderli dalle fiamme e se qualcuno di loro moriva, come segno di lutto bisognava radersi le sopracciglia.

Lo sappiamo bene che non è da tutti entrare in sintonia con questo animale che spesso si mostra distaccato, con un atteggiamento altezzoso, affettuoso ma non troppo … però sono proprio queste le caratteristiche che lo rendono speciale.

In molte parti del mondo, le persone commemorano la festa del gatto organizzando eventi speciali, come ad esempio adozioni di gatti presso i rifugi per animali, esposizioni di gatti, incontri e seminari di educazione sui gatti. Anche su internet è possibile partecipare alla festa del gatto condividendo foto dei propri gatti sui social media e partecipando a discussioni online.

Inoltre, la festa del gatto può essere un'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica su questioni importanti riguardanti i gatti, come la necessità di sterilizzare i gatti randagi, l'importanza di adottare i gatti da rifugi per animali e di fornire loro un'adeguata cura e nutrizione.

 

Prodotti consigliati da MiCasa:

 

 

ALBERO PER GATTI CON PALO TIRAGRAFFI 123 CM IN GIUNCO

Acquista Ora

TROLLEY TRASPORTINO PER ANIMALI PIEGHEVOLE MULTIFUNZIONE NERO

Acquista Ora

LETTIERA PER GATTI MARRONE E BIANCA 59X39X22 CM PP

Acquista Ora

LETTO PER GATTI 50X50X45 CM MARRONE E CREMA

 Acquista Ora

Giornata Mondiale del Gatto
Giornata Mondiale del Gatto

Il 17 febbraio, si festeggia la Giornata Mondiale del Gatto.

In questa giornata, si coglie l’occasione di festeggiare uno degli animali domestici più amati, e la prima celebrazione avvenne nel 1990.

La sua nascita si deve alla giornalista Claudia Angeletti, che chiese ai lettori della rivista TuttoGatto, di scegliere un giorno da dedicare ai mici.

La proposta vincente, fu quella di Oriella del Col che propose il mese di febbraio giustificandolo in modo più che convincente.

Infatti, il segno zodiacale che rappresenta febbraio è l’acquario.

Alcune delle caratteristiche principali di questo segno sono lo spirito libero e anticonformista (atteggiamento di rifiuto nei confronti dei comportamenti utilizzati dalla maggioranza).

Sappiamo che, i gatti, amano essere liberi e non adorano le oppressioni.

 Il numero 17, è stato scelto invece, per combattere i falsi miti legati a questa data.

Secondo vari sondaggi, una persona ogni sei, cambia strada oppure si ferma se ad attraversare è un gatto nero.

Ma come mai si associa il felino alla sfortuna?

L’origine di questo falso mito, risale al periodo del Medioevo.

In quel epoca, il gatto era considerato il compagno diabolico delle streghe, vista la sua abitudine di uscire durante la notte e il suo colore era associato invece al lutto e all’inferno.

Mentre, l’origine della sfortuna portata dal gatto nero che attraversa la strada, risale all’epoca in cui si andava a cavallo.

Se il micio all’improvviso attraversava la strada ad un cavallo, poteva spaventarlo e fargli perdere il controllo creando pericolo al cavaliere.

Però in Francia ed in Inghilterra, i gatti neri sono considerati come dei portafortuna.

Al fine di combattere queste dicerie, l’associazione animalista ha realizzato il così detto Gatto Nero Day che viene festeggiato il 17 novembre.

E’ importante difendere la dignità e la vita del gatto nero, visto che a causa di questa sciocchezza, sono stati soppressi circa 60 mila gatti.

Gli egizi invece, da sempre, adorano i gatti, perché considerati come la reincarnazione del Dio del Sole e la manifestazione della Dea Bastet.

 

   Bastet era la dea delle donne, dei gatti, della femminilità e della fertilità.

 

All’epoca, se si scatenavano incendi, le persone circondavano i gatti per difenderli dalle fiamme e se qualcuno di loro moriva, come segno di lutto bisognava radersi le sopracciglia.

 

Lo sappiamo bene che non è da tutti entrare in sintonia con questo animale che spesso si mostra distaccato, con un atteggiamento altezzoso, affettuoso ma non troppo … però sono proprio queste le caratteristiche che lo rendono speciale.

Ad oggi, possiamo dire che, durante i periodi di lockdown e successivi, sono aumentate le adozioni da parte delle famiglie italiani.

Gli auguri di questa giornata dunque, vanno triplicati, perché la loro presenza è stata essenziale, soprattutto durante i momenti di difficoltà.