Non ci sono articoli nel tuo carrello

Mi Casa Arredamenti:

Trasporto GRATUITO in tutta Italia ! | Consegna in circa 7 giorni | Prezzi tutti IVA inclusa
RSS

Blog

Giornata Internazionale della Guida Turistica
Giornata Internazionale della Guida Turistica

La Giornata Internazionale della Guida Turistica si celebra ogni anno il 21 febbraio ed è stata istituita nel 1990 dalla World Federation of Tourist Guide Associations (WFTGA).

La WFTGA è un'organizzazione globale, fondata nel 1985, e rappresenta le associazioni di guide turistiche di tutto il mondo.

L'idea di una giornata dedicata è emersa al fine di evidenziare l'importanza di questo lavoro e per promuovere anche il patrimonio culturale, storico e naturale che ci circonda.

Inoltre, al contempo, ha anche il ruolo di migliorare l'esperienza dei turisti.

Viene celebrata attraverso eventi, seminari, conferenze e visite guidate (solitamente gratuite) offerte al pubblico.

Queste attività offrono l'opportunità di scoprire aspetti nascosti e storie inedite di luoghi famosi e/o meno conosciuti.

Le guide turistiche, sono figure molto importanti, poiché fungono da ponte tra le culture e contribuiscono in modo significativo all'economia del turismo locale.

Forniscono approfondimenti preziosi e storie personalizzate che arricchiscono l'esperienza dei visitatori, consentendo loro di avere una comprensione più profonda per i luoghi che visitano.

Rivolgendo uno sguardo al passato, possiamo dire che, le prime forme di guide turistiche risalgono al XVI-XVII secolo, ed erano semplici itinerari scritti o raccolte di consigli pratici su dove soggiornare, cosa vedere, e le strade da percorrere.

Questi documenti erano spesso scritti da viaggiatori per uso personale o per essere condivisi con amici e familiari.

Solo nel XVIII secolo, con l'aumento del Grand Tour (era un viaggio attraverso l'Europa intrapreso da giovani aristocratici dell'Europa settentrionale) come pratica culturale, iniziarono a emergere le prime guide turistiche stampate, che contenevano informazioni dettagliate sui luoghi di interesse, suggerimenti, e consigli su come comportarsi in diverse culture.

Il vero e proprio boom relativo ai viaggi, arrivò nel XIX secolo, grazie al miglioramento dei trasporti (come l'avvento delle ferrovie) che rendeva i viaggi più accessibili a una classe media in crescita.

Durante questo periodo, Karl Baedeker (editore tedesco) e John Murray (ufficiale di marina ed editore nato ad Edimburgo), iniziarono a pubblicare le loro guide turistiche, che divennero famose per la loro accuratezza e praticità.

Le guide Baedeker, in particolare, sono diventate sinonimo di alta qualità e sono state ampiamente utilizzate fino al XX secolo.

Le prime guide turistiche, dunque, erano progettate per essere utili e informative, aiutando i viaggiatori a navigare in luoghi sconosciuti e a massimizzare la loro esperienza di viaggio.

Dalle loro origini modeste, ad oggi, hanno subito una notevole evoluzione. Oggi, esistono in varie forme, dai libri stampati alle app mobili e ai siti web, e talvolta, includono diversi servizi, tra i quali, le recensioni dei viaggiatori, i suggerimenti personalizzati, e i tour virtuali. Inoltre, non solo informano sui luoghi da visitare, ma anche su altre esperienze: culturali, gastronomiche, e avventure all'aria aperta, riflettendo l'evoluzione del turismo e delle preferenze dei viaggiatori nel tempo.

Con le loro conoscenze e competenze, le guide turistiche agiscono come ambasciatori culturali, e spesso fungono da ponti linguistici, facilitando la comunicazione tra i visitatori e la comunità locale. Questo, non solo migliora l'esperienza del visitatore ma promuove anche una maggiore comprensione e apprezzamento tra culture diverse.

Con l'avvento delle tecnologie digitali, molte guide hanno ampliato i loro servizi per includere tour virtuali, utilizzando piattaforme online per raggiungere un pubblico globale.

Questo adattamento dimostra la flessibilità e l'innovazione nel settore.

 

Le guide turistiche offrono un punto di riferimento affidabile per i visitatori, assistendoli in caso di bisogno e risolvendo problemi che possono sorgere durante il viaggio.

Attraverso i loro tour, possono indirizzare i turisti verso attività commerciali locali, come ristoranti, negozi e alloggi, stimolando la spesa turistica e supportando le piccole imprese.

La loro conoscenza locale può essere fondamentale per fornire consigli e per gestire le emergenze.

Inoltre, contribuiscono significativamente all'economia locale.

 

Formazione e abilitazione

Se desiderate diventare guide turistiche qualificate, dovete seguire corsi di formazione rigorosi e superare esami che testano la vostra conoscenza della storia, dell'arte, dell'architettura e della cultura locale. In molti paesi, le guide devono essere certificate o licenziate per guidare i turisti, garantendo così standard elevati di qualità e competenza.

 

La Nascita della Fotografia
La Nascita della Fotografia

La fotografia, è stata una delle invenzioni più rivoluzionarie nella storia dell'umanità, e ha iniziato il suo viaggio nel lontano 1826.

Da allora, ha subito trasformazioni straordinarie, influenzando la cultura, l'arte, la comunicazione e la società nel suo complesso.

La sua storia è un affascinante viaggio di innovazione, un vero e proprio processo complicato e laborioso, che continua ad evolversi, catturando e conservando momenti della nostra storia e delle nostre vite personali.

La sua storia, inizia ufficialmente nel 1826, quando Joseph Nicéphore, un inventore francese, realizzò la prima fotografia conosciuta come "Vista dalla Finestra a Le Gras", utilizzando un processo chiamato eliografia.

Questo procedimento prevedeva l'esposizione di una lastra di peltro ricoperta di bitume di Giudea alla luce per diverse ore, che veniva poi trattata con una miscela di olio di lavanda e petrolio per sviluppare l'immagine stessa.

Fu nel1839, che venne perfezionato questo metodo da parte di Louis Daguerre, che utilizzò un procedimento denominato dagherrotipo, che richiedeva solo pochi minuti di esposizione alla luce per sviluppare l’immagine.

Nello stesso periodo, William Talbot sviluppò invece il calotipo, un processo che produceva un negativo da cui potevano essere stampate molteplici copie positive.

Nel 1888, George Eastman, fondatore della azienda Kodak, inventò invece la pellicola in rotoli, che rendeva le fotocamere più leggere e portatili.

Introdusse la fotocamera "Brownie" nel 1900, rendendo la fotografia accessibile al grande pubblico. Queste fotocamere erano semplici da usare ed economiche, e aprirono la strada alla fotografia amatoriale.

Un'altra importante innovazione, risale all’anno 1907, quando i fratelli Lumière introdussero il primo processo praticabile per la fotografia a colori, chiamato Autochrome.

Successivamente, negli anni '30, Kodak sviluppò il Kodachrome, il primo film a colori veramente pratico e popolare.

Queste, furono le innovazioni principali che segnarono l'inizio dell'era della fotografia che conosciamo oggi.

Con la crescente portabilità e facilità d'uso, la fotografia divenne uno strumento cruciale nel giornalismo e nella documentazione storica. Molti fotografi usarono la loro arte per catturare momenti cruciali della storia, dalla Guerra Civile Spagnola alla Grande Depressione.

Con la fine del XX secolo, venne introdotta la prima fotocamera digitale commerciale introdotta nel 1990 dalla Kodak, questa transizione ha portato a cambiamenti radicali nella modalità di scatto, nell’elaborazione e nella condivisione delle immagini.

Ad oggi, la fotografia è diventata una parte integrante dei social media.

Le piattaforme più comuni, come Instagram e Facebook, hanno reso la fotografia uno strumento di comunicazione personale e pubblica molto importante.

 

La fotografia richiede vari strumenti e accessori. Ecco un elenco di attrezzature e strumenti essenziali:

 

  • Obiettivi: Diversi obiettivi sono necessari per diversi tipi di fotografia. Ad esempio, un grandangolo è ottimo per paesaggi, mentre un teleobiettivo è preferibile per lo sport e la fauna selvatica.
  • Fotocamera: Fondamentale per qualsiasi fotografo. Può essere una fotocamera DSLR, mirrorless, compatta o anche una fotocamera di alta qualità integrata in uno smartphone moderno.
  • Treppiede: Utile per mantenere la fotocamera stabile, specialmente in condizioni di scarsa luminosità o per esposizioni lunghe. Essenziale per evitare foto mosse e per la fotografia di paesaggi e ritratti.
  • Schede di Memoria e Batterie di Riserva: Sono essenziali per sessioni fotografiche prolungate o viaggi. Avere più schede di memoria e batterie di riserva garantisce che non si perda nessuna opportunità fotografica.
  • Borsa: Protegge la fotocamera e l'attrezzatura durante i viaggi e permette di organizzare comodamente gli strumenti.
  • Flash Esterno e Illuminazione: Un flash esterno offre più controllo sulla luce rispetto al flash integrato. Per la fotografia in studio, sono necessari set di luci professionali.
  • Filtri per Obiettivi: Come i filtri polarizzatori e ND (densità neutra), utili per controllare la luce e gli effetti visivi nelle immagini.
  • Kit di Pulizia: Per mantenere l'obiettivo e il corpo della fotocamera liberi da polvere e impronte digitali.
  • Scheda di Grigio e Riflettore: Utili per il controllo del bilanciamento del bianco e per riflettere la luce in modo da illuminare meglio il soggetto.
  • Telecomando o Scatto Remoto: Per scattare foto a distanza, specialmente utile per foto di gruppo, auto-ritratti o per ridurre il movibro della fotocamera.

 

 

Oltre a questi strumenti fisici, un buon fotografo ha bisogno anche di conoscenze e competenze come la comprensione della composizione, dell'esposizione e del bilanciamento del bianco. L'esperienza e la pratica costante sono altrettanto importanti quanto l'attrezzatura.

 

CURIOSITA’:

 

  • La fotografia più costosa è stata scattata nel 1999 ed è stata venduta per 4,3 milioni di dollari nel 2011. Si tratta di un’immagine astratta del fiume Reno, apprezzata per la sua composizione e per l'assenza di elementi distrattivi.
  • I selfie non sono un concetto moderno, il primo, è stato realizzato da Robert Cornelius nel 1839
  • La prima fotografia a colori (permanente) fu scattata da Thomas Sutton nel 1861, utilizzando il metodo dei tre colori. L’immagine raffigurava un nastro di seta.
  • Nel XIX secolo, la fotografia divenne un importante strumento per la documentazione dell'identità personale: passaporto, tessere di riconoscimento e foto segnaletiche.
  • Durante la Guerra Civile Americana, vennero realizzate le prime foto che documentavano eventi bellici, resi poi noti al pubblico.
  • Prima dell'invenzione della fotocamera, gli artisti utilizzavano una camera oscura per visualizzare le scene.

Questo dispositivo proiettava un'immagine capovolta su una superficie, aiutando gli artisti a disegnare con maggiore precisione.

San Valentino
San Valentino

La festa di San Valentino è una ricorrenza diffusa in quasi tutto il mondo ed è dedicata agli innamorati e si festeggia il 14 febbraio.

In questa giornata, si coglie l'occasione di scambiarsi dolci effusioni, regali e dichiarazioni d'amore.

Non tutti però, sanno la vera storia di questo avvenimento.

Questa festività prende il nome del santo e martire cristiano Valentino di Terni e venne istituita nel 496 da papa Gelasio I.

In realtà, venne istituita solo per sostituire la festa pagana dei Lupercalia che si celebrava a Roma il 15 febbraio, anticipando così il San Valentino di un giorno.

Questi festeggiamenti erano rivolti al Dio della fertilità Luperco e consistevano in sacrifici animali, e le donne addirittura si lasciavano frustare in mezzo alla strada da ragazzi nudi o poco vestiti.

Febbraio, per gli antichi romani, era considerato il mese della rinascita.

Ma chi era in realtà Valentino di Terni?

Valentino era nato a Interamna Nahars (l'attuale Terni) nel 176 dC ed era un giovane vescovo romano.

Secondo una leggenda, è considerato il patrono degli innamorati perché fu il primo religioso a celebrare l’unione fra un legionario pagano Sabino e una giovane cristiana Serapia.

Questo matrimonio avvenne in fretta, perché la giovane era malata e i due sposi, morirono mentre Valentino li stava benedicendo.

Questa unione costò molto cara, in quanto, venne giustiziato diventando così simbolo dell’amore e poi santo.

Secondo un'altra leggenda invece, Valentino avrebbe donato una somma di denaro ad una donna che non poteva permettersi di pagare il proprio matrimonio.

Ogni anno, Terni rende omaggio al proprio patrono della città, ossia San Valentino.

Moltissime coppie giungono lì, in vista dei loro matrimoni che si celebreranno nei mesi successivi.

Nei paesi anglosassoni, è usanza scambiarsi i così detti “Valentine”, ossia i biglietti d’amore con stampanti sopra i simboli romantici, tra cui la colomba, cupido e i cuori.

Il più antico biglietto amoroso, risale al XV secolo e fu scritta da Carlo D’ Orléans un nobile francese, preso come ostaggio e portato in prigione in Inghilterra dove rimase per venticinque anni.

Fu così che da metà dell’Ottocento negli Stati Uniti iniziarono a produrre i biglietti di San Valentino su scala industriale.

I festeggiamenti vengono fatti in gran parte del mondo in modi diversi:

Ad esempio, in Giappone e in Corea del Sud, le ragazze regalano cioccolatini ai ragazzi, non solo ai loro rispettivi compagni ma anche agli amici, i quali …il mese successivo, ossia il 14 marzo, in occasione del White Day, sono i ragazzi che ricambiano questo gesto regalando del cioccolato bianco alle ragazze.

In Argentina invece, i festeggiamenti durano per una settimana intera e viene festeggiata anche l’amicizia, scambiandosi dolci e baci.

Mentre, in Russia e in altri stati dell’ex Urss non viene festeggiato affatto.

Molti governi, di stampo molto laico, non accettano nemmeno la sua esistenza, perché ricorrenza appartenente al calendario religioso.

In Brasile, la giornata per festeggiare l’amore è il 12 giugno, giorno che precede la festa di Sant’Antonio, patrono dei matrimoni.

 Le donne che non hanno il marito portano con sé la statuetta di Sant'Antonio che rappresenta il loro desiderio di sposarsi.

Qualunque sia il modo in cui lo festeggiate, un regalo alla vostra metà sarà ben gradito! Non importa ciò che si dona, non importa nemmeno il suo costo.

L'amore non ha prezzo né distinzioni.

 

In collaborazione con MondoQuadri, desideriamo offrire i migliori prodotti dell'AMORE per festeggiare San Valentino:

 

Stampa Unica - Bacio Nascosto

 

   Acquista Ora

 

Stampa Unica - Amore in Rosso

 

   Acquista Ora

 

Stampa Unica - Amore in Volo

 

   Acquista Ora

 

Quadro Unico - Famiglia 

 

     Acquista Ora

 

Stampa Unica - Vero Amore

 

  Acquista Ora

 

Quadro Unico - Amore Fraterno

 

 Acquista Ora

 

 

 

“Amare qualcuno significa desiderare di invecchiare accanto a lui.”

-Cit

Giornata Nazionale della Scrittura a Mano
Giornata Nazionale della Scrittura a Mano

La nascita della scrittura è un evento cruciale nella storia dell'umanità.

 Questo sviluppo non è avvenuto in modo uniforme in tutto il mondo, ma è emerso in diverse culture in diversi momenti.

La sua nascita, si dice sia avvenuta nella regione della Mesopotamia (l'odierno Iraq), sotto forma di cuneiforme nel 3400-3100 a.C.

Questo sistema di scrittura era composto da forme a cuneo incise su tavolette di argilla con uno stilo. Inizialmente, il cuneiforme era usato per registrare le quantità di prodotti agricoli o di bestiame, ma in seguito è stato adattato anche per trascrivere le leggi, la letteratura, le cronache storiche ect…

Quasi contemporaneamente, anche l'antico Egitto sviluppò una tipologia di scrittura detta geroglifica, nel 3200 a.C.

 Questo sistema di scrittura era composto da una combinazione di simboli logografici, sillabici e alfabetici, ed era usato principalmente su monumenti, pietre tombali e papiri.

Nel 2600-1900 a.C, la civiltà della Valle dell'Indo (l'attuale Pakistan e India nordoccidentale), sviluppò un sistema di scrittura breve con incisioni su sigilli, che ancora oggi, non risulta pienamente decifrato.

Molto probabilmente, veniva utilizzato per scopi commerciali o amministrativi.

Nel 1200 a.C in Cina, durante la dinastia Shang, venne realizzato uno dei sistemi di scrittura logografici più antichi, dove le iscrizioni oracolari venivano scritte su ossa e carapaci di tartaruga.

Questo sistema, ancora oggi utilizzato, prevede che, ogni simbolo rappresenta una parola o un concetto.

Come ultimo appunto, possiamo parlare delle culture mesoamericane, come gli Olmechi, Zapotechi e Maya, che svilupparono sistemi di scrittura indipendenti. Il più noto tra questi è la scrittura Maya, un sistema misto di simboli logografici e sillabici nato circa nel 600 a.C. - 400 d.C.

 

 

   (Foto presa da Internet)

 

Con il tempo, questi sistemi di scrittura si sono evoluti e si sono diffusi, dando vita a un'ampia varietà di alfabeti e stili di scrittura in diverse culture in tutto il mondo.

 

 

 

La scrittura ha rivoluzionato la capacità dell'umanità di registrare la storia, le leggi, la religione, la letteratura e i pensieri, e ha posto le basi della civiltà come oggi la conosciamo.

Al fine di celebrare e sottolineare l’importanza della scrittura manuale, è stata istituita una Giornata Nazionale, che si tiene ogni anno il 23 gennaio.

Creata per ricordare l'importanza e il valore della stessa, in un'epoca in cui la tecnologia digitale e la digitazione su tastiere stanno diventando sempre più dominanti.

La data del 23 gennaio, è stata scelta in onore del compleanno di John Hancock, che fu il primo firmatario della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti, noto per la sua firma distintiva e calligrafica.

In questo giorno, molte persone scelgono di scrivere lettere, tenere un diario, o semplicemente dedicarsi a qualsiasi attività che incoraggi la scrittura, celebrando così l'arte della calligrafia e la bellezza di esprimersi attraverso questo mezzo.

Infine, possiamo dire che, questa giornata ci invita a fare una pausa e a riflettere sul valore personale e culturale.

La scrittura non è solo un mezzo per comunicare, ma anche un modo per migliorare la coordinazione, stimolare la creatività e esprimere la propria individualità.

 

CURIOSITA’:

 

  • La Giornata Nazionale della Scrittura a Mano è stata istituita nel 1977 dalla Writing Instrument Manufacturers Association (WIMA). L'obiettivo era di promuovere l'uso delle penne, delle matite e della carta in un periodo in cui le macchine da scrivere e, successivamente, i computer stavano diventando sempre più prevalenti.

 

  • Scrivere a mano può migliorare la memoria, la creatività e la comprensione. Inoltre, l'atto di scrivere è spesso considerato terapeutico e può aiutare a ridurre lo stress.

 

  • Scrivere a mano richiede il controllo di specifici muscoli delle mani e dei diti. Questo rafforza le abilità motorie fini e la coordinazione occhio-mano, competenze importanti sia per i bambini in fase di sviluppo sia per gli adulti.

 

  • A differenza dei dispositivi elettronici, la carta non offre distrazioni sotto forma di notifiche o altri stimoli. Questo può aiutare a concentrarsi meglio sul compito da svolgere, sia che si tratti di prendere appunti durante una lezione o di pianificare un progetto

 

 

Questa giornata rappresenta quindi non solo un'opportunità per apprezzare l'arte della scrittura a mano, ma anche un momento per riflettere sull'importanza della comunicazione personale e tangibile in un'epoca sempre più digitale.

Pensate che, molti scrittori e artisti preferiscono prendere appunti e abbozzare idee inizialmente su carta.

La scrittura a mano offre anche un tocco personale che non può essere replicato dai caratteri digitali e ognuno di noi, ha un proprio stile di scrittura unico.

Come Arredare una Casa
Come Arredare una Casa

Arredare una casa è un processo personale e dipende dai gusti e dalle esigenze di ogni individuo.

Per creare uno spazio funzionale, ed esteticamente piacevole, ci sono alcuni passaggi generali che puoi seguire:

 

  • Pianificazione: prima di iniziare, valuta le tue esigenze e i tuoi desideri. Considera il numero di persone che vivranno nella casa, e le attività che svolgerai in ogni stanza.

È importante prendere le misure di ogni stanza per assicurarsi che, i mobili si adattino correttamente e che ci sia spazio sufficiente per muoversi con comodità.

Considera anche le dimensioni degli elementi presenti, come finestre e porte.

 

  • Budget: stabilisci un budget per l'arredamento. Questo ti aiuterà a fare scelte consapevoli e a evitare di spendere troppo.

Valuta con attenzione la tua situazione finanziaria complessiva e determina quanto puoi effettivamente spendere.

 

  • Stile: scegli uno stile di arredamento che ti piace. Puoi prendere ispirazione da riviste, siti web o social media per trovare idee e tendenze che ti interessano.

Considera anche il design dei mobili, cercando un equilibrio tra funzionalità e estetica.

 

Ecco alcuni complementi essenziali per arredare:

 

  • Divano: un divano confortevole è un elemento fondamentale per il soggiorno. Scegli un modello che sia comodo per te e per i tuoi ospiti.

La sua struttura deve essere robusta, e i cuscini devono essere durevoli e mantenere la loro forma nel tempo.

Opta per un colore che si integri bene con la palette di colori generali. Considera anche il tessuto in base al tuo stile di vita e alle tue esigenze.

 

  • Tavolo da pranzo: un tavolo da pranzo è indispensabile per condividere pasti con la famiglia e gli amici. Assicurati di scegliere un tavolo abbastanza grande per le tue esigenze e che si adatti allo stile della tua casa.

Scegli la forma e le dimensioni in base al numero di persone che solitamente si siederanno intorno ad esso.

Se hai bambini, opta per un tavolo resistente alle macchie e ai graffi.

 

  • Letto: un buon letto è essenziale per un sonno riposante. Investi in un materasso di qualità e scegli un letto che si adatti alle dimensioni della tua stanza e al tuo stile di arredamento. Anche la scelta della rete a doghe o della base influisce sulla comodità e sulla durata del materasso stesso. Se hai uno spazio limitato, potresti considerare un letto contenitore con spazio di archiviazione sotto il materasso.

 

  • Armadi: gli armadi sono importanti per organizzare e conservare i tuoi vestiti e gli oggetti personali. Scegli armadi funzionali e che si adattino allo spazio disponibile.

 

Valuta la quantità di vestiti e accessori che devi conservare. Scegli l’armadio che offre una combinazione di appendiabiti, scaffali e cassetti.

Per i spazi ristretti, sono consigliate le porte scorrevoli, dato che, le porte a battente, richiedono più spazio di apertura.

Se desideri aumentare la luminosità della stanza, scegli un armadio con anta a specchio, utile anche  per la tua routine quotidiana.

 

  • Illuminazione: una buona illuminazione è fondamentale per creare un'atmosfera accogliente e funzionale. Scegli una combinazione di luci ambientali, di lavoro e decorative per illuminare ogni stanza.

Se desideri avere luci diffuse uniformante, installa plafoniere o lampade da soffitto.

Se desideri invece una luce “discreta” e moderna, installa le luci a incasso.

 

  • Tappeti: i tappeti possono aggiungere calore e stile a una stanza. Scegli tappeti che si adattino alle dimensioni della stanza e che si coordinino con il resto dell'arredamento.

I tappeti più grandi spesso fanno sembrare la stanza più ampia.

Considera il suo utilizzo, ad esempio, se è destinato a una zona ad alto traffico, opta per materiali più resistenti.

Solitamente, sono realizzati in una varietà di materiali, tra cui cotone, lana, sisal, sintetici ect..

 

 

  • Specchi: gli specchi non solo sono funzionali, ma possono anche dare l'illusione di uno spazio più ampio e luminoso. Posiziona gli specchi in punti strategici per riflettere la luce naturale e creare profondità.

Scegli uno specchio che si adatti allo stile generale della tua casa.

Puoi optare per una tipologia più moderna, classica, artistica o vintage.

Uno specchio più grande e senza cornice potrebbe essere ideale per una funzione riflettente, mentre uno con una cornice decorativa può essere una scelta più estetica.

 

  • Scaffali e librerie: gli scaffali e le librerie sono ideali per organizzare libri, oggetti decorativi e altri oggetti personali. Scegli modelli che si adattino allo spazio disponibile e che si coordinino con il resto dell'arredamento.

Considera il colore e il materiale in relazione agli altri mobili presenti nella stanza.

Assicurati che, abbiano la capacità di stoccaggio necessaria per i tuoi oggetti.

Se vuoi una soluzione più flessibile, considera scaffali modulari che possono essere assemblati in diverse configurazioni.

Se vuoi maggiore flessibilità, considera scaffali regolabili che consentono di adattare lo spazio alle dimensioni specifiche degli oggetti che intendi posizionare. Se invece desideri proteggere gli oggetti dalla polvere, considera gli scaffali con porte o ante. Particolarmente utili se hai oggetti delicati o desideri mantenere una determinata estetica.

 

  • Decorazioni: infine, aggiungi tocchi personali alla tua casa con decorazioni come quadri, fotografie, piante e oggetti decorativi. Questi elementi possono dare personalità e carattere alla tua casa.

Identifica un punto focale nella stanza e scegli decorazioni che lo enfatizzino.

Assicurati che le dimensioni siano proporzionate allo spazio. Un oggetto troppo grande o troppo piccolo può scombinare l’aspetto complessivo.

Fai attenzione ai dettagli.

Oggetti come cuscini decorativi, vasi o tappetti possono aggiungere dettagli che completano l’aspetto generale della stanza.

E’ importante trovare un equilibrio tra lo stile personale e l’armonia con l’ambiente.

 

 

E’ importante investire su mobili di buona qualità che dureranno nel tempo.

Controlla i materiali utilizzati, la costruzione e la solidità.

Scegliere i mobili può sembrare un compito impegnativo, ma con una pianificazione adeguata e una buona ricerca, puoi trovare quelli perfetti per soddisfare le tue esigenze e il tuo stile.

Ricorda che arredare una casa è un processo personale e ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un'altra. Segui i tuoi gusti per creare uno spazio che ti faccia sentire a tuo agio e rifletta la tua personalità.

 

Se state ristrutturando casa, potreste aver diritto ad un bonus per l'acquisto dei mobili: MiCasa Italia. Bonus Mobili 2024

 

 

L'Arredamento perfetto per il tuo Salotto
L'Arredamento perfetto per il tuo Salotto

Se stai cercando l'arredamento perfetto per il tuo salotto, sei nel posto giusto.

Abbiamo tutto ciò di cui hai bisogno per trasformarlo in uno spazio confortevole e di classe.

Molte volte, basta poco per rinnovare un ambiente e renderlo più accogliente.

MiCasa, vi suggerisce i seguenti prodotti: tavolini, librerie e ripiani.

Realizzati con materiali di prima qualità e progettati per essere sia funzionali che esteticamente piacevoli.

I nostri tavolini sono funzionali e caratterizzati da design moderni e accattivanti. Le nostre librerie sono spaziose e robuste, perfette per organizzare i tuoi libri e oggetti decorativi. I nostri ripiani sono versatili e possono essere utilizzati in diversi ambienti e non solo in salotto.

 

Analizziamoli uno per uno:

 

TAVOLINI: sono un elemento essenziale, presente in (quasi) tutte le case.

La loro origine risale a moltissimi secoli fa, quando venivano utilizzati come supporto per oggetti durante i pasti o per scrivere.

Oggi invece, sono diventati un elemento di design importante, disponibili in una vasta gamma di stili, di forme e di materiali.

 

Tra le diverse tipologie esistenti, ideali per arredare la nostra casa, abbiamo:

 

  • Tavolo da cucina: realizzato solitamente in legno di abete o di faggio, viene posizionato all’interno della cucina. Normalmente ospita quattro o sei persone, utilizzato per mangiare ma anche per svolgere altre attività, come ad esempio i compiti per i figli o il lavoro per gli adulti.
  • Tavolo da pranzo: tavolo per soggiorno che solitamente presenta dai quattro ai sei posti a sedere. Dotato spesso di prolunga per poter aggiungere ulteriori posti. Nonostante venga utilizzato per consumare i pasti, è di solito poco usato.
  • Tavolo da salotto: si tratta solitamente di un tavolo basso progettato per essere utilizzato nella zona del salotto di casa.

Può essere di diversi materiali e può avere diverse forme (rettangolare, quadrata o rotonda).

Per aumentarne la capacità di archiviazione e organizzazione, può presentare dei ripiani o cassetti.

  • Tavolo da caffè: solitamente basso, posizionato davanti al divano o alle poltrone, progettato per ospitare tazze di caffè o altre bibite e oggetti. Riveste spesso una funzione decorativa e la sua forma può essere ovale, tonda, quadrata etc...
  • Tavolo da the: dimensioni molto contenute e basse, può essere rettangolare oppure quadrato.

Posizionato su un tappeto o su un pavimento, utilizzato soprattutto dalle culture orientali.

  • Tavolo allungabile: può essere esteso per adattarsi a diverse esigenze di spazio e può ospitare un numero variabile di persone.

Composto solitamente da una struttura fissa e un piano che può essere allungato o ingrandito con l’aggiunta di uno o più elementi supplementari.

  • Tavolo da toletta: posizionato solitamente in camera da letto, utile per conservare gioielli e accessori. Può essere dotato di un piano d’appoggio con uno specchio e di luci aggiuntive o altri elementi decorativi per creare atmosfera.
  • Tavolo consolle: stretto e lungo, presenta solitamente una forma rettangolare ed è progettato per essere posizionato contro una parete. Ha dimensioni ridotte ma una lunghezza maggiore rispetto al tavolino tradizionale, il che lo rende adatto ad essere posizionato in spazi stretti, come l’ingresso di casa.
  • Tavolo da balcone: presenta dimensioni ridotte ed è progettato per essere utilizzato su un balcone o su una piccola terrazza. Può essere facilmente riposto quando non in uso e a volte, presenta dei ripiani estraibili o dei vani portaoggetti integrati per ottimizzare lo spazio a disposizione.

 

 

LIBRERIE: sono un elemento essenziale per organizzare e mostrare libri, oggetti e altri elementi in modo funzionale ed elegante.

La loro origine risale a moltissimi secoli fa, quando venivano utilizzate per conservare e proteggere i manoscritti e i libri.

Oggi invece, sono diventate un elemento di design versatile e indispensabile in ogni casa, disponibili in una vasta gamma di stili, di forme e di materiali.

 

Tra le diverse tipologie esistenti, ideali per arredare la nostra casa, abbiamo:

 

  • Libreria a parete: progettata per essere fissata direttamente alla parete.

Offre spazio per organizzare ed esporre collezioni, oggetti decorativi etc…

È molto versatile e può essere adattata a vari stili di arredamento e spazi.

Può essere flottante, cioè, montata direttamente sulla parete senza supporti visibili, oppure fissa, cioè, supportata da mensole visibili o staffe.

  • Libreria a colonna: soluzione pratica e stilistica per organizzare in modo efficiente i vari oggetti decorativi.

Ideale per spazi verticalmente limitati.

La scelta del modello dipenderà dalle esigenze di archiviazione di cui si necessita oppure dallo stile circostante dell’ambiente.

  • Libreria a scaffali aperti: progettata senza pannelli posteriori, consente dunque la visibilità degli oggetti da entrambi i lati.

Crea un “senso” di leggerezza nello spazio.

Spesso viene utilizzata come divisorio in ambienti open space.

Scelta ideale per chi desidera un aspetto contemporaneo e versatile.

  • Libreria a scaffali chiusi: progettata con pannelli posteriori, porte o ante che coprono in tutto o in parte le mensole, nascondendo gli oggetti esposti.

Dona un aspetto più ordinato ed essenziale per proteggere gli oggetti dalla polvere e per mantenere un aspetto più uniforme.

Ideale per chi desidera combinare funzionalità e praticità.

  • Libreria a scala: presenta mensole e ripiani disposti in modo graduale, simile a una scala.

E’ una scelta decorativa e funzionale che può essere utilizzata come punto focale in una stanza o come parte integrante dell’arredamento.

La sua forma unica la rende adatta ai vari stili e aggiunge originalità.

  • Libreria angolare: progettata per adattarsi agli angoli degli ambienti, ottimizzando lo spazio e offrendo una soluzione efficiente per l’esposizione. Crea un punto focale e aggiunge un tocco decorativo alla stanza. È progettata con mensole che seguono la forma dell’angolo, consentendo appunto di sfruttare al meglio lo spazio angolare.
  • Libreria sospesa: è un tipo di mobile fissato al muro senza appoggi a terra, che crea un effetto visivo di sospensione. Ideale per ottimizzare lo spazio, creando un aspetto contemporaneo.
  • Libreria modulare: progettata in modo modulare, ossia composta da singoli moduli o componenti che possono essere combinati in varie configurazioni per adattarsi alle esigenze specifiche di spazio e di design. I moduli possono variare in dimensioni, forme e caratteristiche, consentendo di creare una composizione unica.

Ad esempio, alcuni moduli possono avere ante chiuse per nascondere gli oggetti, ripiani aperti per esporre libri e cassetti per riporre piccoli oggetti ect…

  • Libreria a scomparti da terra: si estende dal pavimento al soffitto ed è suddivisa in scomparti ben distinti. La caratteristica principale è che offre una struttura aperta, spesso senza ante, che facilità l’accesso e l’esposizione degli oggetti contenuti al suo interno. L’utilizzo di scomparti fornisce una soluzione ordinata per organizzare i vari oggetti, consentendo di personalizzare l’aspetto della libreria in base alle preferenze estetiche e funzionali.

 

 

RIPIANI: sono un elemento fondamentale per l'organizzazione e l'arredamento di qualsiasi ambiente

La loro origine risale a moltissimi secoli fa, quando venivano utilizzati per conservare e mostrare oggetti di valore.

Oggi invece, sono diventati un elemento di design versatile e funzionale, disponibili in una vasta gamma di stili, forme e materiali.

 

Tra le diverse tipologie esistenti, ideali per arredare la nostra casa, abbiamo:

 

  • Ripiani estraibili: possono essere tirati fuori o estratti dalla loro posizione originale per facilitarne l’accesso o l’organizzazione degli elementi collocati su di essi. Estrarre un piano consente di raggiungere più facilmente gli oggetti posizionati sul retro o nella parte inferiore del ripiano, senza dover spostare gli oggetti davanti. I ripiani possono essere progettati in vari modi, ad esempio con binari o guide che consentono un movimento fluido o con meccanismi di estrazione automatica.
  • Ripiani a scala: sono disposti in un design a gradini o scala. Questa disposizione crea una struttura dove i ripiani si estendono su diversi livelli, ognuno di essi posizionato sopra o sotto il precedente.

Offrono una visibilità migliore e rendono più facile l’accesso e l’esposizione. Apprezzati per la loro estetica e funzionalità.

  • Ripiani a mensola: sono sostenuti da mensole, piuttosto che da una struttura di supporto continua.

Appaiono come piattaforme orizzontali sospese, sostenute da mensole attaccate alla parete.

Possono essere posizionati a diverse altezze, consentendo di creare una disposizione anche personalizzata.

 

  • Ripiani girevoli: ruotano attorno a un asse centrale, consentendo un facile accesso agli oggetti senza la necessità di spostarsi intorno all’oggetto stesso. Spesso utilizzati in soluzioni di stoccaggio o esposizione per migliorare l’accessibilità e l’utilizzo. Utili in spazi ristretti o in situazioni dove è importante massimizzare l’utilizzo dello spazio.
  • Ripiani pieghevoli: possono essere piegati e ripiegati per occupare meno spazio quando non in uso. Utilizzati per ottimizzare lo spazio in ambienti ridotti o per fornire flessibilità in determinate situazioni. Sono spesso montati a parete e possono essere abbassati o piegati quando sono necessari come piano di lavoro o superficie di appoggio.
  • Ripiani angolari: progettati per sfruttare lo spazio negli angoli di una stanza o di un mobile. Hanno una forma trapezoidale o curva che si adatta all’angolo di due pareti, consentendo di utilizzare gli spazi che sarebbero trascurati. Possono essere utilizzati in diversi ambienti, come cucine, uffici, librerie o bagni.

 

Tavolini, ripiani e librerie, possono essere realizzati in diversi materiali, tra i più comuni abbiamo:

 

  • Legno: questo materiale può essere lavorato in diversi stili e finiture per adattarsi ai gusti e all’arredamento della casa. Può variare in base alla qualità, alla resistenza e alla sua durezza. È spesso trattato per renderlo resistente alle macchine, all’acqua e ad altri agenti esterni.
  • Pallet: materiale riciclato che assorbe facilmente le sostanze, e necessita quindi di essere disinfettarlo con cautela. Permette di ridurre i danni causati dalla presenza di superfici bagnate ect...Se volete sbizzarrirvi, potete anche colore e disegnare i pallet per renderli esteticamente più belli.
  • Alluminio: materiale resistente agli agenti atmosferici e all’ossidazione. Può essere disponibile in vari stili e finiture. È leggero e facile da spostare, dunque adatto per i luoghi in cui è necessario spostare i mobili con frequenza, come i ristoranti, bar e altri locali commercianti. È facile da pulire e richiede poche cure particolari per mantenerlo in buone condizioni.
  • Polyrattan: realizzato con materiale sintetico che imita l’aspetto del rattan naturale. Composto principalmente in PVC oppure in polietilene. È una scelta popolare per l’arredamento degli esterni poiché è resistente alle intemperie ed è disponibile in diverse tonalità.
  • Plastica: assicura un basso costo di manutenzione e un’ottima resistenza agli agenti atmosferici. Dunque, è il materiale ideale anche per l’uso esterno. È possibile trovare in commercio diversi materiali plastici, tra cui: polietilene, polipropilene, resina, policarbonato etc.…
  • Vetro: questo materiale non richiede molta manutenzione però deve essere pulito spesso per evitare che si vedano macchie o impronte della mano. Regala luminosità alla stanza e può rispecchiare sia uno stile moderno che classico. È considerato poco adatto in ambienti dove vivono i bambini a causa dei possibili angoli taglienti e delle possibili schegge dovute alla fragilità del materiale stesso.
  • Acciaio: materiale resistente e durevole che può essere combinato con altri materiali (vetro, legno) per creare prodotti più sofisticati e raffinati. Utilizzati in ambienti di lavoro come uffici o laboratori ma possono essere una scelta anche per popolare la casa.
  • Marmo: materiale delicato ma molto duraturo. Teme le sostante acide e dunque è considerato molto “fragile”. Una tantum, deve essere trattato con un sigillate che viene dato dai professionisti del settore e comporta dunque, un costo extra.
  • Metallo: assicura una ottima resistenza e durezza nel tempo e può essere realizzato in molti colori. A causa della facilità con cui si graffia il metallo, vengono preferiti i mobili il cui piano di lavoro è realizzato con un altro materiale (legno, plastica).

 

Scopri il meglio dell’arredamento su MiCasa.

Trova la tua ispirazione e crea il tuo rifugio, vivendo ogni momento nella bellezza di casa tua.

Esplora tutta la nostra collezione!

Giornata Internazionale della Montagna
Giornata Internazionale della Montagna

La Giornata Internazionale della Montagna è una celebrazione annuale che si svolge al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica sull’importanza delle montagne e di promuovere la conservazione sostenibile delle risorse montane.

È stata proclamata nel 2003 e la data esatta può variare, ma di solito è l’11 dicembre di ogni anno.

In questa giornata, molte organizzazioni e istituzioni, organizzano conferenze, escursioni, progetti, mostre fotografiche, eventi culturali e molto altro.

Le montagne coprono circa il 22% della superficie terrestre e svolgono un ruolo cruciale nella fornitura di acqua, poiché, numerosi fiumi hanno le loro sorgenti nelle montagne, fondamentali per garantire forniture di acqua dolce per le comunità.

Celebrare questa giornata, offre l'opportunità di esplorare e apprezzare la diversità e l'importanza di questi ecosistemi unici in tutto il mondo.

A causa delle variazioni di altitudine, le montagne ospitano una gamma diversificata di habitat e specie.

Inoltre, sono particolarmente sensibili ai cambiamenti climatici.

Il riscaldamento globale può influenzare la stabilità delle masse di ghiaccio e neve, portando a cambiamenti significativi anche in relazione alla disponibilità di acqua.

È per questo che, uno degli obiettivi principali è quello di sensibilizzare l'opinione sulla fragilità di questi ecosistemi e sulle minacce che affrontano, compresa la povertà e la necessità di promuovere modelli di sviluppo sostenibili per preservarli.

In sintesi, la Giornata Internazionale della Montagna è un'occasione per riflettere, e per promuovere azioni concrete volte a garantire la loro sostenibilità a lungo termine.

Se volete fare un’escursione, è fondamentale vestirsi adeguatamente.

 

Ecco alcuni consigli:

 

Strato di base: Utilizzare indumenti in materiali tecnici come poliestere, polipropilene, o lana che assorbano l'umidità dal corpo, mantenendoci asciutti e regolando la temperatura corporea.

 

Strato isolante: Aggiungere uno strato isolante per trattenere il calore corporeo. Una felpa in pile o un pile sono le opzioni più comuni. Assicurati che sia abbastanza spesso per mantenerti caldo, ma anche abbastanza traspirante per evitare l'eccesso di sudorazione.

 

Strato esterno: Indossare una giacca impermeabile e antivento ti aiuterà a proteggerti dalle intemperie. È importante avere tessuti traspiranti che permettano all'umidità di evaporare.

 

Pantaloni adeguati: Scegliere pantaloni impermeabili o resistenti all'acqua, in caso di pioggia o di neve. In alternativa, pantaloni da trekking robusti possono offrire protezione sufficiente.

 

Cappello: Proteggi il viso e gli occhi dai raggi del sole indossando un cappello con visiera o un cappello da sole a tesa ampia.

 

Guanti: Mantieni le mani al caldo con guanti isolanti e impermeabili in caso di freddo intenso, pioggia o neve.

 

Calze: Utilizza calze termiche per mantenere i piedi caldi. Scegli calzini in materiali che allontanano l'umidità.

 

Calzature: Indossa scarponi da trekking resistenti, impermeabili e adatti al terreno che prevedi di affrontare. Assicurati che siano comodi e ben allacciati per garantire un buon supporto.

 

Zaino da Trekking: Usa uno zaino da trekking per trasportare l'equipaggiamento essenziale come acqua, cibo, giacca extra, kit di pronto soccorso e altri articoli necessari.

 

Occhiali da sole: Indossa occhiali da sole con protezione UV per proteggere gli occhi dalla luce intensa e dai riflessi sulla neve.

 

Crema Solare: Applica una crema solare a largo spettro sul viso e sulle parti esposte del corpo per proteggerti dai danni del sole.

 

ACCESSORI AGGIUNTIVI

 

Bastoni da Trekking: Possono offrire supporto extra e aiutano a migliorare l'equilibrio durante le escursioni.

 

Ghetta: Proteggono le gambe dagli agenti atmosferici e dai detriti durante le camminate.

 

Ricorda sempre di personalizzare la scelta dell’abbigliamento in base alle condizioni specifiche e alle previsioni meteorologiche previste

 

Se desiderate vivere appieno questa esperienza, vi consigliamo anche:

 

MOUNTAIN BIKE: Vi aiutano a guidare lungo i vostri percorsi preferiti e a vivere emozioni uniche.

Sono realizzate con materiali di alta qualità, e offrono un equilibrio perfetto tra leggerezza e robustezza, garantendo una guida stabile e affidabile sui terreni accidentati.

 

TENDA DA CAMPEGGIO: Sono perfette per tutte le occasioni.

Da appassionati di trekking a famiglie in cerca di avventure, le nostre tende sono progettate per soddisfare tutte le esigenze.

Inoltre, hanno un montaggio rapido e intuitivo, e offrono una protezione affidabile contro pioggia, vento e sole.

 

FORNELLI DA CAMPEGGIO: Scopri la libertà culinaria ovunque tu vado con i nostri fornelli da campeggio, progettati per portare la tua cucina all’aria aperta ad un livello superiore.

Sono leggeri, compatti e potenti, ideali ed essenziali per chi ama degustare pasti deliziosi anche lontano da casa.

 

 

SET TAVOLO E SEDIE: progettati per la massima praticità e facilità di trasporto, questi arredi offrono il luogo perfetto per rilassarsi e condividere momenti speciali con amici e famigliari sotto il cielo stellato.

Realizzati con materiali di alta qualità, sono resistenti e garantiscono durata e affidabilità nel tempo.

 

Molte regioni montane sono mete turistiche popolari.

L'ecoturismo può contribuire a un reddito sostenibile per le comunità locali, ma è importante gestirlo in modo responsabile per preservare gli ecosistemi fragili.

 

 

“Le montagne ti insegnano cose che nessun altro maestro può. Raggiungile e abbraccia la loro saggezza “ -Cit.

I migliori regali per Natale: idee originali
I migliori regali per Natale: idee originali

L'atmosfera natalizia è nell'aria e la gioia di scambiarsi doni speciali con i nostri cari, aumenta sempre di più.

Trovare il regalo perfetto può essere molto difficile, ma con un po' di ispirazione, è possibile trovare quello giusto.

Ora, ti presentiamo alcune idee originali per regali di Natale sorprendenti che puoi trovare su MiCasa.

 

  • Musica:

Se i tuoi cari amano ascoltare musica, uno strumento musicale, può essere il regalo perfetto.

Il mondo della musica è un universo ricco di creatività e di emozioni.

Potete optare per:

- .Chitarre: acustiche oppure elettriche, sono il regalo ideale per chitarristi esperti oppure principianti.

Disponiamo di una vasta gamma di modelli e di materiali di realizzazione.

-. Pianoforti: ideali per chiunque voglia esplorare diverse tonalità e stili musicali.

Alcuni modelli offrono anche delle funzionalità educative che aiutano i principianti a migliorare le proprie abilità.

-. Accessori musicali: utili per migliorare l’esperienza musicale.

Come, ad esempio: amplificatori, corde, custodie e supporti regolabili.

 

In aggiunta, per dare continuità a questo progetto musicale, è possibile regalare delle lezioni musicali.

Che siano di chitarra, di pianoforte oppure di canto, aggiungeranno sempre una esperienza educativa importante e daranno anche modo di esplorare nuovi orizzonti.

Questi regali offrono momenti di relax e intrattenimento, permettendo ai tuoi cari di immergersi in mondi diversi.

 

  • Cucina:

 

Se i tuoi cari amano cucinare, hai molte opzioni tra cui scegliere al fine di cercare il regalo perfetto.

Il mondo della cucina è una forma d’arte che coinvolge i sensi, da gustare con il palato e con gli occhi.

Potete optare per:

 

- Utensili: molti sono gli utensili che potete regalare: portarotoli, porta spezie, organizzatori per lavelli da cucina, set di posate ecc.

- Set da pranzo: potete scegliere tra una vasta selezione di set di mobili, come tavoli, sedie, armadietti e carrelli.

Potete optare tra diverse combinazioni e modelli per soddisfare le esigenze degli spazi dei vostri cari.

Aiutateli a rendere i loro spazi più funzionali con i nostri set di mobili realizzati con diversi materiali, tra cui legno massello, metallo e laminato.

- Libri culinari: potete regalare libri di cucina scritti da rinominati chef.

Scegliete libri che si adattino al livello di abilità dei destinatari.

 

Ciò che conta è adottare il regalo ai gusti personali e alle esigenze di chi lo deve ricevere.

Con un pensiero accurato, renderai comunque felici gli amanti della cucina!

 

 

  • Coperte:

Se desideri coccolare chi ami, il regalo perfetto è una bella coperta.

Offre un abbraccio di calore che va oltre il semplice tessile.

Ogni coperta è selezionata con cura per trasformare il relax in una esperienza lussuosa.

Comfort ed eleganza, sarà reso possibile solo grazie alle nostre soffici e calde coperte!

 

  • Orologi da parete:

questo regalo va oltre il semplice accessorio. Celebra il tempo trascorso insieme ai nostri cari, è simbolo di valore eterno.

Ogni secondo è prezioso e con i nostri orologi, ogni istante è un capolavoro.

 

  • Accessori natalizi:

Alla fine, siamo quasi arrivati a Natale, e per rendere le festività ancora più speciali puoi regalare i nostri incantevoli accessori natalizi.

Dai classici ornamenti alle stringhe di luci colorate, ogni accessorio è selezionato per portare la magia del Natale nelle case di chi ami.

Puoi optare per:

- Ghirlande: le nostre ghirlande, sono vere e proprie opere d’arte che trasformano ogni ambiente in un rifugio di calore e di gioia.

Con materiali di alta qualità e design accattivanti, creeranno l’atmosfera perfetta.

- Stringhe di luci: scegli tra luci bianche classiche per un look elegante, o luci LED che risplendono di energia ecosostenibile. Le nostre stringhe sono progettate per resistere alla magia delle festività, garantendo illuminazione brillante e affascinante.

 

  • Regali solidali:

Puoi optare per regali solidali, come adozioni di animali, donazioni o con l’acquisto di prodotti realizzati da comunità. Non solo faranno felici i tuoi cari, ma contribuiranno anche a rendere il mondo un posto migliore.

 

Non dimentichiamoci dei nostri amici pelosetti !

 

Per gli amanti degli animali, potete optare per:

 

  • Cucce

Progettate per offrire un rifugio e un luogo sicuro agli animali domestici.

Alcune sono progettate per essere utilizzate all'interno della casa, mentre altre sono adatte per l'uso all'aperto.

Possono essere realizzate in diversi materiali, come plastica, legno o metallo.

 

- Tiragraffi

Offrono un'area dove i gatti possono graffiare in modo sicuro, soddisfacendo il loro istinto naturale e mantenendo le unghie in salute.

Possono avere diversi design, da semplici pannelli verticali a strutture più complesse con piattaforme e posti dove riposare.

 

Scegliere il regalo perfetto può sembrare una sfida, ma con un po' di creatività, puoi sorprendere i tuoi cari con doni unici e significativi. Ricorda che il gesto conta più del valore del regalo, quindi, metti tutto il tuo amore e tutto sarà perfetto!

La Nascita degli Ombrelli
La Nascita degli Ombrelli

L'ombrello è uno strumento che serve per proteggerci dalla pioggia e/o dal sole.

La sua funzione principale, infatti, è quella di fornire riparo dall'acqua durante le giornate piovose e di offrire ombra e protezione dai raggi solari quando fa molto caldo.

La sua invenzione risale a circa 4.000 anni fa in Cina.

Inizialmente, erano fatti di foglie larghe o pelli di animali e non erano concepiti come strumenti per proteggersi dalla pioggia, ma bensì come accessori per ripararsi dal sole.

Erano considerati un simbolo di status, che veniva utilizzato dalle donne appartenenti all’alta società, quindi, dalle aristocratiche.

Per giungere ad una idea di ombrello, simile a quello dei giorni nostri, composto da stecche e tessuto resistente all'acqua, la sua nascita in Europa è avvenuta nel XVII secolo.

La nascita della struttura pieghevole degli ombrelli è stata sviluppata nel XIX secolo, questa struttura ha reso gli ombrelli più pratici e facili da trasportare, portandoli ad essere un accessorio quotidiano comune.

 

Esistono diverse tipologie di ombrello, ognuna adattata a esigenze specifiche.

Analizzando i più comuni, abbiamo:

 

  • Ombrelli pieghevoli: Leggeri e compatti, ideali da portare in borsetta o nello zaino.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

Possono essere aperti e chiusi con facilità grazie al loro meccanismo di apertura e chiusura rapida.

  • Ombrelli automatici: Si aprono e si chiudono con il semplice tocco di un pulsante, il che, rende il loro uso molto pratico.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

Alcuni modelli possono essere ripiegati in modo compatto per facilitarne il trasporto e lo stoccaggio.

Opzione conveniente per chi cerca un modello facile e veloce da aprirsi/chiudersi.

  • Ombrelli antivento: Progettati con una struttura che permette loro di resistere meglio alle raffiche di vento, riducendo il rischio di rovesciarsi.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

Sono dotati di un sistema di apertura/chiusura che permette al vento di passare attraverso le fessure o le aperture dell’ombrello, riducendo così la pressione del vento e prevedendo il ribaltamento; sono particolarmente utili in luoghi ventosi o durante temporali intensi.

  • Ombrelli a scomparsa: Hanno un meccanismo di apertura inverso, in modo che l'acqua piovana resti all'interno quando vengono chiusi, evitando di bagnare l'ambiente circostante.

Sono dotati di un’asta centrale che può essere sollevata o abbassata per aprire/chiudere l’ombrello.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

  • Ombrelli parasole: Creati per fornire ombra dal sole, spesso sono più grandi e robusti rispetto agli ombrelli da pioggia standard.
  • Ombrelli con doppio strato: Hanno uno strato interno e uno esterno che permette all'aria di circolare, riducendo il rischio di rovesciarsi durante venti forti.

Questo design offre diversi vantaggi:

Quando l’ombrellone viene chiuso, la copertura esterna rimane all’esterno, evitando che l’acqua o la neve si spargano.

Inoltre, quando riposto, la copertura esterna rimane asciutta, evitando di bagnare gli oggetti circostanti.

Sono più facili da aprire e da chiudere in spazi ristretti, come all’interno di una macchina.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

 

  • Ombrelli da golf: Hanno dimensioni più ampie e sono progettati per offrire una copertura maggiore, durante le partite di golf. La loro struttura è robusta per resistere a forti venti.

Disponibili in diverse dimensioni, stili e materiali.

Sono un accessorio utile per ripararsi dal sole oppure dalla pioggia.

  • Ombrelli decorativi: Spesso realizzati con materiali particolari o con design artistici, sono più un'opera d'arte che un semplice accessorio.

Possono variare in design, colori, materiali e si adattano a diverse preferenze e ambienti.

 

Gli ombrelli non servono solo a proteggere dalla pioggia o dal sole. Nella fotografia, vengono utilizzati come diffusori di luce per ottenere scatti più morbidi e uniformi, riflettendo la luce in modo più diffuso e meno diretto.

Inoltre, esistono i così detti ombrelli robot, progettati con sistemi di inseguimento automatico per rimanere sopra la testa del proprietario, utilizzando sensori e motori.

 

 

COMPOSIZIONE E MATERIALI:

 

  • Tessuto: La parte più evidente di un ombrello è il tessuto che copre la struttura.

E’ spesso realizzato con materiali impermeabili come il nylon, il poliestere, o il poliuretano. Questi materiali impediscono all'acqua di passare attraverso, mantenendo asciutte le persone sotto l'ombrello.

  • Struttura: La parte che sostiene il tessuto dell'ombrello è fatta di struttura metallica, che può essere pieghevole o rigida. I materiali più comuni per la struttura sono: l'acciaio inossidabile, l'alluminio e la fibra di vetro.
  • Punte e Terminali: Le punte che mantengono il tessuto teso possono essere realizzate in metallo o plastica, mentre i terminali alla fine delle stecche dell'ombrello sono spesso realizzati in plastica o altri materiali durevoli.
  • Manico: Spesso realizzati in vari materiali, tra cui legno, plastica, metallo e gomma. La scelta dipende spesso dallo stile e dall'uso previsto dell'ombrello.
  • Cerniere e meccanismi: Per gli ombrelli pieghevoli, vengono utilizzate cerniere e meccanismi di apertura e chiusura. Questi componenti possono essere realizzati in metallo o plastica resistente.

 

Alcuni ombrelli contengono componenti aggiuntivi, come luci a LED integrate, maniglie ergonomiche o altri accessori. Questi componenti possono essere realizzati con vari materiali a seconda della loro funzione.

 

La scelta dei materiali comunque, influisce sulla durabilità, la leggerezza e l'aspetto dell'ombrello stesso.

Se vengono utilizzati molto e/o in condizioni meteorologiche avverse è consigliato l’utilizzo di materiali più robusti, mentre se sono destinati ad un uso più leggero si possono privilegiare materiali leggeri e stilizzati.

 

 

CURIOSITA’:

  • In molte culture, l'apertura di un ombrello in casa oppure in luoghi chiusi, è considerata portatrice di cattivo auspicio.
  • In Giappone, l'ombrello di carta, realizzato a mano con materiali naturali, chiamato "wagasa", è un'opera d'arte tradizionale.
  • Esistono musei dedicati agli ombrelli. Ad esempio, il "Museum of Umbrellas" in Croazia, che espone una vasta collezione di ombrelli di diversi tipi e periodi storici.
La Storia di Halloween
La Storia di Halloween

La storia di Halloween iniziò moltissimi anni fa, in un paese molto piccolo, chiamato Willowbrook, formato per lo più da famiglie di agricoltori e circondato da alte montagne.

La leggenda, raccontava che, nelle montagne circostanti, vivesse una strega bella, potente e soprattutto malvagia che ogni 31 ottobre (Halloween) scendeva nel paese per cercare vittime da tormentare.

Al fine di ottenere più potere, la strega aveva fatto un patto con il diavolo e in cambio, aveva dovuto sacrificare la sua anima.

 

Ogni anno, seminava sempre più terrore tra gli abitanti del paeseche dopo il tramonto, erano costretti a barricarsi in casa per paura.

 

Un anno però, un giovane cacciatore molto coraggioso di nome Jack, decise di affrontarla nascondendosi tra gli alberi del centro paese, armato di una spada e di un amuleto magico che gli aveva dato un vecchio saggio.

 

Quando finalmente la vide avvicinarsi, si lanciò all'attacco e la strega, tentò di incantare Jack, ma l'amuleto magico lo proteggeva.

 

Questa battaglia durò tutta la notte e alla fine, Jack riuscì a sconfiggerla, sigillandola in una grotta in mezzo alle montagne.

Da quel giorno, il paese fu finalmente liberato dalla maledizione della strega e per celebrare questa vittoria, i cittadini decisero di organizzare una grande festa di Halloween ogni anno che divenne un vero e proprio momento di gioia e di divertimento.

 

Le strade venivano decorate con lanterne di zucca, ragnatele e fantasmi appesi agli alberi o alle porte di casa. I negozi si riempivano di dolciumi e di costumi spaventosissimi.

I bambini del paese si travestivano da streghe, fantasmi e/o mostriper ricordare la vittoria di Jack e per festeggiare insieme la notte di Halloween.

 

Questa festa è ricca di simboli che rappresentano l'atmosfera spettrale e misteriosa.

Tra i più comuni, abbiamo:

 

Zucca: La zucca intagliata, conosciuta come "jack-o'-lantern", è uno dei simboli più importanti. In origine, le persone intagliavano le rappe realizzando volti spaventosi per tenere lontani gli spiriti maligni. Oggi, le zucche intagliate sono spesso illuminate con candela all'interno e poste sulle porte o sui davanzali delle case per creare un'atmosfera spettrale.
Fantasmi: Rappresentano gli spiriti dei defunti che tornano sulla terra durante questa notte. I costumi da fantasma sono molto popolari tra i bambini che partecipano ai festeggiamenti.
Streghe: Rappresentano la magia e l'occulto. Sono spesso raffigurate con un cappello a punta, una scopa e un mantello nero. I costumi da strega sono molto popolari tra le persone di tutte le età.

 

Ragnatele: Rappresentano l'idea di abbandono e di luoghi infestati. Sono spesso appese agli alberi, alle finestre e alle porte per creare un'atmosfera spaventosa.

 

 

Pipistrelli: Rappresentano la notte e il mistero. Sono creature notturne che volano nel buio, creando un'atmosfera spettrale. Spesso raffigurati come sagome nere appese alle pareti o come decorazioni all’interno dei negozi o delle case.

 

Teschi: Rappresentati come decorazioni o come maschere da indossare. Sono associati alla tradizione messicana del "Dia de los Muertos" (Giorno dei Morti), che cade poco dopo Halloween.

 

 

Gatti neri: Rappresentano la magia. Sono considerati creature misteriose e portatori di sfortuna in alcune tradizioni. Infatti, durante Halloween, gli animali neri (in particolare i gatti neri) vengono associati a superstizioni negative e utilizzati per riti satanici.

 

Tuttavia, è importante ricordare a tutti, che, NON SONO ASSOLUTAMENTE PORTATORI DI SFORTUNA.

Molti rifugi per animali promuovono l'adozione di gatti neri durante questo periodo per sfatare tali credenze e soprattutto, consigliano ai privati che vogliono regalare un micio nero, di aspettare la fine di questa festività e di verificare l’identità di chi vuole invece, adottare.

 

 

CURIOSITA:

 

Il costume più popolare tra i bambini, è quello del supereroe amato, mentre per gli adulti, Il costume più in voga è quello della strega.

 

La tradizione del Dolcetto o Scherzetto ha origini medievali. Infatti, si credeva che durante la notte di Halloween, gli spiriti dei defunti ritornassero sulla terra e che le persone dovessero “fermarli” offrendo a loro dolci o cibo.

 

 

Il termine "jack-o'-lantern" (indica la zucca) deriva da una leggenda irlandese che narra che un uomo di nome Jack abbia ingannato il diavolo e, dopo la sua morte, sia stato condannato a vagare per l'eternità con una lanterna realizzata da rapa intagliata e illuminata da una brace ardente.

 

Halloween ha origini celtiche ed era originariamente chiamato "Samhain". Era una festa pagana che segnava la fine dell'estate e l'inizio dell'inverno.

 

Halloween è la seconda festa più commerciale negli Stati Uniti, dopo il Natale. È anche la notte in cui si consumano più dolciumi, circa 600 milioni di chili di dolci venduti ogni anno.

 

Il record mondiale per la zucca intagliata più grande è stato realizzato in Belgio nel 2016, con una zucca che pesava più di1.190 kg.

 

l colore arancione: L'arancione è il colore tradizionale, ed è associato alle zucche e rappresenta il calore e l'energia dell'autunno.

 

Halloween è una festività associata ai film horror. La serie di film "Halloween", con il famoso Michael Myers, è diventata un'icona.

 

Sebbene Halloween sia più popolare negli Stati Uniti, viene festeggiato in tutto il mondo.

E' molto diffuso in Australia, in Irlanda, in Canada, nel Regno Unito, e un po’ anche in Italia.